Stipendi diminuiti in casa Renault

Alla fine la crisi economia ha sconfitto anche chi i contratti li aveva firmati e avrebbe comunque avuto diritto a percepire quanto sancito: i primi a farne le spese sono stati i due piloti Renault che vedranno una riduzione di un terzo per questo 2009 nei loro ingaggi. Fernando Alonso percepirà poco più che 8,5 milioni di euro a fronte dei 13 previsti inizialmente, stessa sorte toccherà a Nelsinho Piquet che vedrà il suo ingaggio ritoccato al ribasso della stessa misura, considerando che al suo esordio aveva un ingaggio appena inferiore ai 300 mila euro, alla fine non è che convenga tantissimo fare il pilota considerati i rischi che si corrono: meglio fare il politico. Le cifre non sono ufficiali, comunque si tratta di stime piuttosto attendibili e il passo viene proprio dalla Renault, casa che si era vociferato ad inizio anno potesse abbandonare nel 2010 se non si fosse lavorato per ridurre i costi – come poi è stato fatto – chi è certo abbandonerà la F1 è ING, main sponsor della casa transalpina. Magari in un’ottica di budget limitato si è pensato di operare la riduzione di ingaggi già in corso di contratto, anticipando i tempi. Tuttavia, è giusto che i top driver abbiano riconosciuto il loro ruolo e, conseguentemente, abbiano ingaggi importanti: per le capacità, per lo sviluppo, per i rischi che corrono. Pagare Alonso 8,5 milioni di euro (secondo le stime) è come acquistare Kaka per 10 milioni di euro. Vedremo se altre squadre seguiranno questa strada, sebbene nessuno possa imporre ai piloti di adeguare il loro contratto regolarmente firmato e accettato da entrambe le parti.


Fabiano Polimeni

Stipendi diminuiti in casa Renaultultima modifica: 2009-03-25T10:26:59+01:00da grandprixnews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento