Orari di Partenza, i Piloti chiedono ascolto

E’ chiaro oramai che gran parte dei problemi che il Gran Premio della Malesia ha dovuto affrontare siano derivati dall’orario di partenza spostato verso metà pomeriggio. I piloti, attraverso la loro associazione GPDA (Grand Prix Drivers Association) hanno fatto presente già dopo l’Australia i problemi derivanti dalla partenza a metà pomeriggio.

“Avevamo già parlato con Charlie Whiting (direttore di gara dei GP) durante la riunione dei piloti per esprimere le nostre perplessità su cosa sarebbe potuto accadere, e le nostre paure sono diventate realtà. Era opinione comune che ci sarebbero stati problemi. Già in Australia era stato molto difficoltoso, a causa del sole basso era dura riuscire a vedere al termine del rettilineo e all’uscita dai box. Mentre in Malesia la luce soffusa ha reso le cose molto difficoltose. Il problema non è stata la pioggia in se, perchè avrebbe potuto piovere intensamente alle 14 come alle 18, ma non c’è stata alcuna possibilità di restart della gara quando si parte così tardi perchè diventa buio troppo in fretta, questo è stato il problema. Credo che se si fosse spostata la gara di appena un’ora prima, avrebbe fatto la differenza. Capiamo che ci sono motivi commerciali per gareggiare così tardi, ma la sicurezza deve sempre essere in primo piano.” Questo il pensiero dei piloti, espresso tramite un portavoce non meglio identificato. Dall’altra parte, Ecclestone non ritiene di doversi dispiacere per la scelta dell’orario di partenza, ma unicamente della pioggia: “Non vedo nulla di sbagliato nell’orario di partenza, semplicemente non sapevamo della pioggia. Se avessimo dato il via alle 14 avrebbe comunque piovuto in seguito”

Fabiano Polimeni

Orari di Partenza, i Piloti chiedono ascoltoultima modifica: 2009-04-12T11:48:18+02:00da grandprixnews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento