GP CINA: Preview circuito

circuit_shanghai.jpgDomenica si correrà a Shangai il GP della Cina, sul circuito progettato dall’architetto Tilke vedremo chi riuscirà ad interpretare al meglio le curve dell’impianto asiatico. La conformazione del circuito raffigura l’ideogramma cinese che dà origine alla parola Shanghai, le caratteristiche tecniche sono quelle di un impianto che necessita di un carico medio-alto che garantisca aderenza nella lunga curva in appoggio subito dopo il traguardo ma anche una conformazione aerodinamica che non sia troppo penalizzante nel lunghissimo rettilineo a due curve dall’arrivo. Parlando della prima curva, ha un disegno molto particolare, potremmo definirla a chiocciola visto che ritorna su se stessa per poi cambiare direzione con una curva da seconda marcia sulla sinistra. Sarà importante all’avvio riuscire a prendere un margine di vantaggio per non restare intrappolati in questa spirale della prima curva, poi sarà importante avere un bilanciamento e una gestione delle gomme che non deteriori troppo gli pneumatici. Infatti, l’anteriore sinistra è la gomma sottoposta al maggiore sforzo e che subisce il consumo maggiore. Altra peculiarità del circuito di Shanghai è la curva sopraelevata che immette nel lunghissimo rettilineo prima dei box, al termine del quale si possono tentare degli attacchi vista la decelerazione dalla settima alla seconda che i piloti dovranno compiere. La gestione degli pneumatici e un assetto che non penalizzi troppo la velocità di punta saranno gli elementi chiave per riuscire nel week end cinese, sempre che non ci metta lo zampino la pioggia, come alcune previsioni reputano possibile. Venerdì, pronti via con le prime libere post decisione FIA sui diffusori.


Fabiano Polimeni

GP CINA: Preview circuitoultima modifica: 2009-04-14T15:53:00+02:00da grandprixnews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento